Skip directly to content
COSA POSSO FARE AFFINCHÉ IL MIO PARTNER NON SOFFRA?

Se vive in una relazione di coppia stabile, il cancro può influire sulla sua relazione con il partner. Non sapere cosa accadrà è angoscioso per entrambi. Forse per lei è difficile confidarsi e ammettere la paura che entrambi percepite. Forse lei è anche delusa e in questa situazione si aspette-rebbe maggiore apertura e sostegno da parte del suo partner.

Lei deve comunque pensare che il turbinio di sentimenti che sta vivendo come se fosse sballottata sulle montagne russe, sta colpendo allo stesso modo anche il suo partner.

II partner può sentirsi perso e provare rabbia per non poterla aiutare. Ogni rapporto ha i suoi alt i e bassi ed entrambi non vivrete sempre lo stesso stato emozionale.

Scambiarsi con sincerità i propri sentimenti può aiutare ad affrontare la sfida de/ carcinoma mammario metastatico.

SESSUALITÀ E INTIMITÀ

Naturalmente il sesso, anche col cancro, può restare una componente importante della sua vita e rafforzare il suo legame. Tuttavia, i sintomi della malattia, gli effetti collaterali della terapia o le sue condizioni fisiche possono far diminuire il desiderio sessuale. Forse potrà confortarla sapere che molte donne nella sua situazione non trovano più piacere nei rapporti sessuali o non hanno alcun desiderio di averne. Forse può percepire il rapporto come doloroso o non piacevole. Ma non deve essere così.

Senza dubbio la sessualità è molto più di un atto fisico e comprende tutti i sentimenti, i contatti e le tenerezze tra loro collegati quando due persone si amano e si stimano. Non deve sempre essere solo «quella cosa».

Forse dopo la diagnosi lei si è emotivamente allontanata dal suo partner? O pensa che il suo partner abbia delle riserve fisiche? Forse egli teme di peggiorare la situazione o di farle male?

Per tante donne all’inizio può essere sgradevole o addirit-tura imbarazzante parlare di sesso col partner. In generale non è un argomento semplice. Ciononostante vale la pena superare le proprie riserve e quelle del partner verso questo tipo di dialogo. È molto utile poter capire il partner.

Se pensa che un sostegno esterno potrebbe essere d’aiuto, chieda al suo medico o alla sua infermiera specializzata nel cancro al seno di indicarle un bravo terapeuta della coppia. Questa domanda non deve essere per lei imbarazzante, ogni équipe terapeutica è abituata a questi argomenti e la aiuta volentieri.

COS'ALTRO PUÒ AIUTARE ENTRAMBI?
green