Skip directly to content

glossary-header-image

IL MIO GLOSSARIO

Spiegazione di termini medici specialistici per il carcinoma mammario metastatico

ANALISI DI LABORATORIO

si impiegano per cercare riferimenti della presenza di un tumore o della sua crescita. Spesso si preleva un campione di sangue e si ricava un quadro ematologico. Per studiare i marcatori tumorali possono essere analizzati anche altri liquidi corporei.

ANEMIA

Significa che il numero dei globuli rossi nel sangue è molto diminuito. Questo può dare origine a stanchezza, sensazione di debolezza o mancanza di respiro.

ANTIEMETICO

Farmaco contro la nausea e il vomito.

BIFOSFONATO

Farmaco per rinforzare le ossa e prevenire le fratture. Importante nelle metastasi ossee.

BIOPSIA

Prelievo di un campione di tessuto per cercare cellule tumorali e determinare il tipo di cancro.

CANCRO AL SENO PRECOCE

Cancro al seno localizzato solo alla mammella o al massimo propagatosi ai linfonodi vicino al seno.

CARCINOMA MAMMARIO AVANZATO

Se il cancro, dopo essere stato inizialmente asportato, si ripresenta, ha eventualmente formato grossi tumori e/o ha coinvolto linfonodi anche molto distanti dal seno, lo si definisce avanzato o localmente avanzato, di stadio III A-C. Spesso la definizione si utilizza con lo stesso significato di carcinoma mammario metastatico in stadio IV.

CARCINOMA MAMMARIO METASTATICO (MBC)

si è diffuso dal seno nel corpo formando delle metastasi. È definito anche cancro al seno secondario.

CELLULE

Sono i mattoni di tutti gli organismi viventi e costituiscono i diversi tessuti del nostro corpo. Le cellule si moltiplicano dividendosi.

CHEMIOTERAPIA

Farmaci per uccidere le cellule tumorali. Agiscono sulle cellule che si dividono e moltiplicano rapidamente, ad es. cellule tumorali, ma anche cellule nell'intestino e nelle radici dei capelli. Si definiscono anche farmaci citotossici.

CLASSIFICAZIONE TNM

È un sistema dettagliato che utilizzano i medici per determinare lo stadio del tumore, dove T indica la dimensione del tumore (nel seno), N il numero dei linfonodi colpiti (nodi) e M il numero di metastasi. Tutti e tre i parametri assieme forniscono informazioni su quanto si sono diffuse le cellule tumorali nel corpo.

DIAGNOSTICA PER IMMAGINI

Serve ai medici per visualizzare l'interno del tuo corpo. Le tecniche più comuni sono la TAC e la RM.

ESTROGENO

Accanto al progesterone è uno dei due ormoni sessuali femminili che regolano il ciclo mestruale.

HER2 / NEU

è l'acronimo per il recettore 2 per il fattore di crescita epidermico umano: un determinato sito di docking per fattori di crescita sulla superficie della cellula attraverso cui può essere stimolata la crescita cellulare. Anche le cellule normali possono avere questi recettori. Ma alcune cellule tumorali sviluppano una quantità particolarmente alta di questi recettori (HER2-positivo (HER2+)).

LINFONODI

Oltre al sangue, il sistema linfatico è un secondo modo attraverso il quale le cellule tumorali possono diffondersi nel corpo. I linfonodi sono parte di questo sistema e formano «Stazioni o filtri». Il numero di linfonodi in cui si trovano cellule tumorali è un riferimento per stabilire quanto il cancro si è propagato.

METASTASI

vengono spesso chiamate anche migrazioni o propaggini del tumore. Si tratta di tumori di nuova formazione, per lo più piccoli, che crescono lontano dalla sede originaria nel corpo.

PET

È l'acronimo di tomografia ad emissione di positroni. Questa tecnica per immagini prevede l'iniezione di una sostanza debolmente radioattiva che si diffonde nell'organismo. La radioattività luminosa viene utilizzata per visualizzare irregolarità nel corpo.

PROGESTÉRONE

Avec l’œstrogène, c’est l’une des deux hormones sexuelles féminines qui commandent le cycle menstruel. La progestérone est également importante pour la grossesse et la lactation.

PROGRESSIONE

Il termine tecnico per l'avanzamento della malattia oncologica. Indica che il tumore o le metastasi sono cresciute o che si sono formate nuove metastasi.

PROTOCOLLO (PIANO TERAPEUTICO)

Questo termine, nel caso del cancro al seno, indica un piano terapeutico che stabilisce quali terapie seguire, quando e dove.

QUADRO EMATOLOGICO

Dopo un prelievo di sangue si analizza il campione. Si analizzano le diverse componenti e sostanze presenti nel sangue e se se determina la quantità.

RADIOTERAPIA

Il cancro viene bombardato con radiazioni ad alta energia e/o particelle caricate o ioni che devono uccidere le cellule tumorali. Esistono forme molto diverse di radioterapia.

RAGGI X

Sono usati sia per fini diagnostici, quando si fa una radiografia, che per fini terapeutici, sotto forma di radioterapia.

RECETTORI ORMONALI

Siti di docking per gli ormoni estrogeno e progesterone. Questi recettori possono trovarsi moltiplicati sulla superficie delle cellule tumorali. Se gli ormoni si agganciano in questo sito, vengono innescati diversi processi dentro la cellula, tra cui anche la crescita del tumore.

RECIDIVA

Termine tecnico che indica che il cancro è tornato, anche se, nel frattempo, ha risposto bene alla terapia. Questa recidiva può comparire settimane o anni dopo la terapia sullo stesso sito del tumore iniziale o in un'altra localizzazione.

REMISSIONE

È qualcosa di positivo. Significa che una terapia è efficace. Se il tumore, durante la terapia, si riduce, si parla di remissione parziale; se si riduce al punto tale da non essere più visto con la diagnostica per immagini, si parla di remissione completa.

RM

È l'acronimo di risonanza magnetica o spintomografia nucleare. Questa tecnica computerizzata di generazione di immagini utilizza forti campi magnetici e può essere impiegata per esaminare gli organi interni.

STADI

Il cancro viene comunemente suddiviso in stadi, da I a IV. I numeri piccoli indicano tumori in stadio iniziale, quelli più grandi tumori avanzati.

STADIO III

Spesso si parla anche di tumore localmente avanzato. Significa che il cancro al seno non ha ancora sviluppato metastasi a distanza ma che, attraverso il sistema linfatico, si è propagato ai linfonodi vicini al seno. Anche un tumore al seno molto grande e difficile da operare viene definito in stadio III.

STADIO IV

Il cancro al seno è in una fase avanzata e che ha già prodotto delle metastasi.

STUDIO CLINICO

Una ricerca (trial clinico) per verificare l'efficacia e la tollerabilità di nuovi farmaci o terapie in determinate condizioni quadro.

STUDIO RANDOMIZZATO

Uno studio clinico in cui i partecipanti vengono suddivisi casualmente in minimo due gruppi di comparazione che ricevono farmaci diversi.

TAC

o tomografia computerizzata. Un esame computerizzato con un apparecchio che emette radiazioni. Permette di ottenere una serie di immagini radiografiche che mostrano l'interno del corpo. A volte, prima dell'esame, viene iniettato un mezzo di contrasto che permette di evidenziare meglio gli organi.

TERAPIA A BASE DI ANTICORPI

Si tratta di moderni farmaci mirati a specifiche strutture delle superfici delle cellule tumorali.

TERAPIA ORMONALE

in realtà è una terapia antiormonale che può bloccare o indebolire la crescita del tumore, se il tumore sviluppa molti recettori ormonali, ossia è ormonosensibile. Queste terapie arrestano la produzione propria dell'organismo o riducono l'efficacia degli ormoni nel corpo.
 

 

ULTRASUONO

è una tecnica di imaging che utilizza onde acustiche per guardare dentro l'organismo.